Oggi siamo ritornati qui per voi a stilare un’altra guida dedicata al mondo Linux è soprattutto, in questo caso, al mondo di Ubuntu, Kubuntu, LinuxMint e derivate.

Questa guida prende vita dopo aver letto una richiesta d’aiuto recentemente sulla nostra pagina di FB e dopo alcune richieste in privato.

Però direi che sarebbe meglio lasciare le chiacchiere di troppo e andiamo a vedere cosa dobbiamo fare.

Va subito detto che questo tipo di lavoro ha due modi per essere eseguito, ma in entrambi i casi si utilizzano sempre 2 semplici comandi.

Quindi, come primissima cosa avviamo il nostro Terminale e andiamo a dargli in pasto questo primo comando:

sudo apt-get update
Una volta confermata la pass di root e atteso il completamento del lavoro, andiamo a dare in pasto al nostro Terminale questo comando:

sudo apt-get upgrade
In questo modo abbiamo completato il nostro aggiornamento direttamente dal Terminale, della nostra cara distro.

Va detto che lo stesso lavoro si può fare utilizzando una solo riga di comando, infatti vi basterà concatenare i comandi in questo modo:

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade
Così facendo, una volta che avrete confermata la pass di root, ecco che il sistema fa tutto da solo senza dover intervenire altre volte.

Potrebbe succedere che in fase di lavoro il processo si fermi per chiedere conferma con => Y (yes) oppure S (sì) => se installare oppure aggiornare un determinato pacchetto.

Un’altra piccola nota prima di chiudere è la seguente: ricordatevi che alcuni aggiornamenti saranno efficaci solo dopo il riavvio del sistema o del server X, per esempio gli aggiornamenti dell’ambiente grafico, driver, kernel ed altri hanno bisogno di un riavvio del sistema.