Per prima cosa, bisogna sempre preferire la prova di uno strumento usato: ci sono alcuni elementi, come anche solo le rifiniture dei tasti o del body, le condizioni precise dell’elettronica, che solo una prova in prima persona ci possono far comprendere bene. Ma alle volte le occasioni si trovano lontano da casa, che fare quindi? In questa guida cercheremo di analizzare entrambe le possibilità.

Per prima cosa dovete contattare il venditore, controllando che, ovviamente, la chitarra sia ancora in vendita. Se non è più in vendita, abbandonate pure questa guida, in caso contrario andate avanti.

A questo punto, dovete controllare che il venditore sia affidabile, e non stia cercando di rifilarvi una ciofeca o, ancor peggio, una chitarra “falsa”, cioè spacciata magari per un marchio famoso quando in realtà appartiene ad uno meno. Appartenere ad un marchio poco noto non è necessariamente un male, anzi, spesso si trovano chitarre con ottimi rapporti qualità/prezzo; però non è onesto spacciare una marca per un’altra, magari anche con un conseguente aumento di prezzo.
Quindi, informatevi bene sulla chitarra che volete prendere: fatevi mandare delle foto, e confrontatele con i siti del produttore. Questa parte è particolarmente importante se non avete la possibiltà di provare la chitarra: ma ne parlerò più avanti.

Una volta controllata l’affidabilità del venditore, le cose cambiano, a seconda della possibilità di una prova o meno. Se avete la possibiltà di provarla, è consigliabile controllare alcune cose: in primis la curvatura del manico, e la posa e la rifinitura dei tasti(cercate anche eventuali buzz o tasti “muti”, eseguendo note su tutta la tastiera, ma anche accordi completi); poi il bilanciamento del body; controllate pure che l’elettronica funzioni, con tutti i pickup ed eventuali fruscii o altri problemi; controllate anche la tenuta di accordatura. Se avete paura di sbagliare, fatevi accompagnare da un amico che provi la chitarra per voi. A questo punto, se la chitarra è di vostro gradimento, dopo aver concordato sul prezzo col venditore e la modalità di pagamento, compratela!

Se invece non avete la possibiltà di provare di persona, l’unica possibilità è fidarsi del proprio occhio e dell’onesta del venditore: informatevi ancora meglio sulla chitarra, e, se possibile, anche sul venditore. Fatevi lasciare dei dati dal venditore (nome e cognome, numeri di telefono vari, possibilmente anche di dove è). Non fidatevi di chi non vuole dirveli: se non ha niente da nascondere lo farà. Fatevi inviare più foto possibili: tasti, curvatura manico, body (con eventuali imperfezioni), ponte, vano elettronica. Controllate che sia tutto in ordine, poi concordate bene con il venditore il prezzo, la modalità di pagamento e le spese di spedizione. Ovviamente è necessario anche scegliere un sistema di pagamento sicuro e sull’argomento è possibile vedere questa guida su Frangenticulturali.com.

A questo punto, aspettate solo di ricevere la chitarra.